Altro che Polpo Paul!!! Die Welt, Die Zeit e Times attaccano l’Ialia delle vacanze e anche l’Elba!

Avrei voluto parlare della nuova release del sito turismo.intoscana.it (immagine sopra) ma, da mezzogiorno di oggi, l’AGI Agenzia Italia lancia una nota nella quale riepiloga un report effettuato sulla stampa internazionale. Un vero e proprio attacco congegnato nei confronti della Toscana destinato a 2 milioni di lettori europei (Die Zeit, Die Welt, Time) , e come se non bastasse c’è una frecciata anche per l’Elba con il solito tormentone del traghetto troppo caro sommato all’autostrada. Tutto si aggiunge alla disastrosa indagine del Codacons che da all’Elba una tariffa media di oltre 260 euro al giorno in agosto, quando invece sui portali si registrano tariffe (4/5 agosto per esempio) in quattro stelle attorno ai 150/190 euro con tendenza, se tanto mi da tanto, ad ulteriori cali nella prima quindicina di agosto.

Così recita il quotidiano Die Welt (vicino ad Angela Merkel, 250.000 copie al giorno) che scende in campo proprio contro l’Isola d’Elba. “Andare in Toscana costa caro perche’ i pedaggi delle autostrade italiane sono tra i piu’ cari d’Europa. Si calcoli che per andare a Pisa si pagano piu’ di 40 euro dal confine italiano. Una localita’ come l’Elba e’ raggiungibile solo col traghetto con prezzi non abbordabili e orari per niente comodi. Evitate”.

Quel solo in rosso credo stia a significare: non raggiungibile con altri mezzi se non con il traghetto… che siano straniti dal fatto che per l’Elba si voli poco o niente?! mah.

Ovviamente ancora non è arrivata oltralpe la notizia dell’avvio delle corse della nuova compagnia Blu Navy! Lo vogliamo gridare o no che questa compagnia offre tariffe più convenienti? A parte un manifesto ieri sera a Marciana Marina nient’altro, non ho visto niente: nessun lancio d’agenzia sulla stampa nazionale, nessuna pubblicità. Ma è possibile? Se avete visto qualcosa ditemelo.

Ormai siamo abituati agli attacchi tedeschi nei confronti dell’Italia turistica, ricordo la famosa copertina di Der Spiegel con spaghetti e pistola che recitava Italia il luogo delle vacanze con in bella vista un piatto di spaghetti “conditi” con rivoltella.

Ora tutto dipende dalla capacità che avremo di comunicare l’Elba e l’Italia in casa nostra e fuori. E’ evidente che il polpo Paul e il video del premier non saranno sufficienti a contrastare questa ondata di informazioni negative sul nostro paese. Peccato perché oggi avremmo dovuto festeggiare la nuova release del portale del turismo toscano turismo.intoscana.it.

Robi Veltroni

Robi Veltroni è il fondatore di Officina Turistica. Venditore di camere, si occupa di marketing e pubblicità nel turismo da circa vent’anni. Ha iniziato a lavorare in albergo nel 1979: dopo aver vissuto nei viaggi degli altri per oltre trent’anni, si è trasferito in Maremma. Membro del comitato di programma di BTO – Buy Tourism Online. Attualmente è direttore d'albergo, consulente in direzione delle aziende turistiche e dell'ospitalità, formatore in management alberghiero, marketing turistico e web marketing.

Leggi gli altri post di Robi Veltroni

4 Commenti
  • Gregorio
    Luglio 18, 2010

    Bisognrebbe contro-campagnare con articoli e notizie, per esempio sulla Blu Navy, sui loro blog e giornali on-line

  • mf
    Luglio 18, 2010

    le domande sono:
    -non avevamo un ufficio crisi che rispondesse prontamente?
    -se non c'è, perchè non abbiamo più l'ufficio crisi?
    -perchè Blunavy non svolge una campagna di marketing adeguata visto l'importante fatturato garantito da AAE?
    -perchè in Germania, dopo 20 anni che Intersky svolge il collegamento diretto con Monaco, ancora dicono che da noi si può arrivare solo in traghetto?
    …forse la promozione coordinata trasporti+soggiorno è ancora tutta da inventare per l'Elba…..
    o no?

  • Anonimo
    Luglio 18, 2010

    Purtoppo siamo ancora al punto di dover dare una rispota alla domanda "Chi fa, che cosa?". E non parlo certo, è attuale e autorevole, di un'analisi SWOT per una pianificazione strategica di destinazione.

  • helleborina
    Luglio 19, 2010

    Credo che sia necessario capire perchè giornalista ha scritto quello e soprattutto a chi conviene. Forse il signore in questione non è stato sufficientemente omaggiato… oppure una bella elbana lo ha rifiutato 🙂 Per prima cosa bisognerebbe rispondere con una lettera al giornale corredata di dati e fatti concreti e un po' di ironia, (del tipo guardate cosa vi perdete) poi invitare l'astioso in questione ad un educational tour. Ciao Rita

Commenta il post

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.