Un post su Report? Come diceva mia nonna: “Mi han già tolto le parole di bocca”

C’è una persona che si aspettava un mio post sulla recente puntata di Report. Invece questo non è un post, è solo la segnalazione di qualcosa che avrei espresso volentieri ma c’è già chi ha fatto questo lavoro per me. Quindi riporto qui il mio tweet sulla puntata: la cosa più vera a #report questa sera? la pubblicità dei pisellini primavera findus (un po’ ermetica e un po’ cattiva per la verità).

Report scopre una riunione segreta su Foursquare

Segnalo quindi due post che, come diceva mia nonna, mi hanno tolto le parole di bocca. Quello di  Maurizio Galluzzo, Lettera aperta a Milena Gabanelli, scritto pochi minuti dopo la trasmissione dal quale vi segnalo questo passo:

La rete si è ribellata e, magari facendosi aiutare, Lei scoprirà che migliaia di persone hanno riversato on line la loro rabbia per una trasmissione sconfusionata, senza senso, che mette insieme virus, giochi on line, soldi, minori, adescatori di bambini.

Questa mattina su Wired.it ha scritto a Milena anche il bravo e educato Matteo Bordone che tra le altre cose scrive:

Quello che comunica il servizio è soprattutto un senso di rischio, la necessità di cautelarsi dalle insidie più o meno nascoste della rete. Non solo, ma alcune delle spiegazioni sono farraginose e imprecise, non semplificate e comunicative. E il tono generico, a cominciare dal titolo Il prodotto sei tu, è quello di una esibizione del principio di precauzione spalmata su tutto e tutti, con un velo di anticapitalismo molto poco comprensibile per un programma così attento al mondo del lavoro. Una società che si occupa di servizi su internet, un posto con decine di dipendenti giovani e competenti, come ce ne sono a Milano, Roma, in mezza Italia, non s’è vista. Si vede uno che si paga l’affitto con l’hobby delle pubblicità, e soprattutto una che parla di marketing sui social network come fosse la pubblicità di una pubblicitaria anni Ottanta. E le assicuro che io un po’ di gente che lavora nella rete la conosco, e così macchietta della “Milano da bere” non ho mai visto nessuno.

Insomma, mi han tolto le parole di bocca. Aggiungo solo che anche io adoro la Gabanelli. Una sola cosa non sopporto di Report – che rimane insieme a quella di Iacona la migliore trasmissione d’inchiesta – quei fuori onda rubati. Di ladri ne abbiamo abbastanza…

Nella prima immagine “la riunione scoperta da Report”, nella seconda le prove che i loschi figuri in effetti si sono incontrati a Roma, durante la social Media Week, in via delle Botteghe Oscure. Si fa per ridere :)))

In esclusiva per OT le immagini della riunione segreta

Robi Veltroni

Robi Veltroni è il fondatore di Officina Turistica. Venditore di camere, si occupa di marketing e pubblicità nel turismo da circa vent’anni. Ha iniziato a lavorare in albergo nel 1979: dopo aver vissuto nei viaggi degli altri per oltre trent’anni, si è trasferito in Maremma. Membro del comitato di programma di BTO – Buy Tourism Online. Attualmente è direttore d'albergo, consulente in direzione delle aziende turistiche e dell'ospitalità, formatore in management alberghiero, marketing turistico e web marketing.

Leggi gli altri post di Robi Veltroni

Non ci sono (ancora) commenti.

Commenta il post

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.