Il Concierge Marketing


Quando un tuo potenziale cliente sta pianificando il suo viaggio su internet, anche se vi sono alcuni studi che cercano di comprenderne il comportamento, non è facile prevedere le procedure o le ricerche che farà sul web.

Possiamo raggruppare gli utenti/clienti/ospiti in tre grandi gruppi:

Tipo 1: Il più banale, magari agli inizi con le ricerche sul web (Destinazione + Hotel)
Questo tipo di ricerca è classica di un turista che non conosce la destinazione e non ha deciso opzioni di soggiorno se non il fatto che sta cercando un hotel.
Quindi per questa fascia di utenza è bene essere posizionati per località, ma anche per punti geografici della città, almeno quelli di maggiore interesse. In pratica potresti indicare quanto il tuo hotel dista dal monumento più famoso della tua città.

Tipo 2: Io so cosa voglio (Posizione geografica + preferenze)
Questo potenziale ospite ha delle preferenze particolari e dei desideri quindi tende ad affinare la ricerca in quanto ancora non ha trovato l’hotel con i requisiti che soddisfano i suoi desideri. Gli autori di questa ricerca cercano maggiori informazioni, molti dettagli, li puoi aiutare e catturare con strumenti multimediali quali video e immagini.
Devi quindi adoperarti affinché il tuo sito si rivolga alle potenziali nicchie di mercato che può soddisfare, per esempio un elenco dettagliato dei tuoi servizi può farti rintracciare per: massaggi, ciclismo, escursionismo, equitazione, cucina tipica, vini selezionati, accesso per disabili ecc.
Se decidi di fare delle campagne pay per click punta sulle nicchie dedicando ad ognuna di esse una pagina di destinazione coerente con il contenuto dell’inserzione, riuscirai a selezionare il traffico, risparmierai sulla campagna e avrai un alto tasso di conversione, oltre ad una più facile capacità di analisi e tracking per calcolare il buon esito o meno dell’operazione.

Tipo 3: Sono pronto a prenotare (nome hotel)
E’ il traffico più redditizio ovviamente ma non è così semplice se il tuo sito magari avendo lo stesso nome della località non è primo nel posizionamento organico e non figura neanche nei primi 10 della google map.
Quindi è importante cercare un buon posizionamento organico, poi assicurarsi che il sistema di prenotazione sul sito ufficiale sia deduttivo, semplice, chiaro in particolare per quanto riguarda le penalità di annullamento. Secondo alcuni studi un sistema di prenotazione poco efficiente perde circa il 40% del fatturato rispetto ad uno efficace.
Se nei risultati organici ti battono dei link sponsorizzati puoi solo effettuare campagne Ads partecipando alle aste, ma ricordati che il settore del turismo è uno dei più affollati e quindi le keywords sono carissime.
Se nella ricerca organica della tua località appaiono per primi, come è possibile operatori turistici o portali promozionali delle località delle campagne banner o buone indicizzazioni sui siti delle OTA sarebbero da valutare attentamente e curare con particolare attenzione.

Al di fuori di questi tre macrogruppi ci sono poi una infinità di utenti/clienti/ospiti che cercano nei modi più disparati, questi soggetti sono difficili da individuare ma costa poco provare ad intercettarli e spesso è più semplice di quello che può sembrare. Come fare? Semplice, ragiona come se il viaggiatore fossi tu!

Anticipa le richieste dei tuoi utenti e produci contenuti esaustivi. Scrivi la domanda come la faresti tu, e rispondi alla richiesta in un modo che ti soddisfi.
Negli States lo chiamano Concierge Marketing, quella figura mitica che negli alberghi di tutto il mondo sapeva risolvere ogni problema, esaudire ogni desiderio, appagare ogni vizio dell’ospite facendo la differenza tra ospitalità e semplice pernottamento.

Ebbene, un Concierge degno di questo nome conosceva a menadito:

– Informazioni di volo
– Orari e possibilità di raggiungere l’aeroporto o qualsiasi altro luogo di interesse;
– I migliori modi per visitare la città
– Boutique e Gallerie (mai dimenticarle)
– I migliori ristoranti
– Eventi di particolare interesse in corso
– Il clima della località: temperature medie
– Il miglior percorso per l’ora di jogging
– I migliori panorami da fotografare
– I giorni migliori per effettuare una determinata escursione in città;
Prova ad immaginare se tutti coloro che cercano queste informazioni finissero come per incanto sul tuo sito ufficiale.

Allora cosa aspetti a farti queste domande?

– Quali domande faccio quando pianifico il mio viaggio?
– Quali sono i contenuti che devo pubblicare per rispondere a queste domande?
– Come possiamo rendere fruibili queste informazioni, come farle trovare a chi ne ha necessità?
Quando sarai in grado di essere una fonte esaustiva avrai due enormi vantaggi: sarà più semplice trovarti e aumenteranno le possibilità di vendita.

Robi Veltroni

Robi Veltroni è il fondatore di Officina Turistica. Venditore di camere, si occupa di marketing e pubblicità nel turismo da circa vent’anni. Ha iniziato a lavorare in albergo nel 1979: dopo aver vissuto nei viaggi degli altri per oltre trent’anni, si è trasferito in Maremma. Membro del comitato di programma di BTO – Buy Tourism Online. Attualmente è direttore d'albergo, consulente in direzione delle aziende turistiche e dell'ospitalità, formatore in management alberghiero, marketing turistico e web marketing.

Leggi gli altri post di Robi Veltroni

Non ci sono (ancora) commenti.

Commenta il post

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.