I pro e i contro nell’utilizzo dei social media sul posto di lavoro


In base al rapporto “Social Networks vs. Management?” di Manpower risulta che le compagnie per timore di un calo di produttività, per problemi di sicurezza e di reputazione spesso impediscono ai dipendenti l’accesso ai social network, nonostante la loro ormai comprovata utilità.

Nel mondo solo un quinto delle compagnie interpellate ha una propria linea ufficiale riguardante l’uso dei social network da parte dei dipendenti. In America e in Asia – zona Pacifico le aziende si sono dimostrate più avanti rispetto al resto del mondo. Il 63% delle compagnie che non hanno una politica a riguardo ha dichiarato di combattere contro il calo di produttività.

La produttività rappresenta una grossa preoccupazione per le aziende, ma non è certo l’unica. Anche la gestione della reputazione è un problema associato all’uso dei social media. Nonostante abbiamo sentito storie riguardanti persone licenziate a causa di gaffes commesse sui social network, nel mondo solo il 4% delle compagnie ha dichiarato di essere stata danneggiata a causa dai dipendenti sui social network. La percentuale raddoppia in America ma rappresenta sempre una minima parte.

Manpower raccomanda i manager a considerare i social media come mezzo per aumentare la produttività invece di temerli e considerarli solo una perdita di tempo. Nelle aziende le attività creative dei dipendenti non dovrebbero essere limitate, bensì si dovrebbe sviluppare e promuovere una cultura aziendale che incoraggi tali sforzi.

A maggio 2009 WorkPlace Media ha rilevato che il 78% degli statunitensi che usa internet per lavoro passa meno di mezz’ora al giorno sui social networks, mentre circa il 4% ha ammesso di tenere aperti i siti tutto il giorno.

Fonte e grafici: Emarketer
Immagine: corporate.homes.com

Robi Veltroni

Robi Veltroni è il fondatore di Officina Turistica. Venditore di camere, si occupa di marketing e pubblicità nel turismo da circa vent’anni. Ha iniziato a lavorare in albergo nel 1979: dopo aver vissuto nei viaggi degli altri per oltre trent’anni, si è trasferito in Maremma. Membro del comitato di programma di BTO – Buy Tourism Online. Attualmente è direttore d'albergo, consulente in direzione delle aziende turistiche e dell'ospitalità, formatore in management alberghiero, marketing turistico e web marketing.

Leggi gli altri post di Robi Veltroni

Non ci sono (ancora) commenti.

Commenta il post

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.