La recensione? E’ mobile qual piuma al vento…

Immaginare l’app del futuro? E’ possibile!

Nei giorni scorsi parlavo dell’evolversi dell’uso delle recensioni da parte dei viaggiatori con Roberta Milano, non con il solito approccio al quale siamo abituati e cercandone una probabile nuova evoluzione. Pensavo al fatto che si stanno affacciando in rete due tipi di start up che stanno ottimizzando il panorama dell’offerta e dell’utilizzo degli UGC in ambito turistico. Da una parte si cerca di uscire dal mercato della recensione indiscriminata (per intenderci tipo TripAdvisor con le sue ormai note questioni di anonimato, profili fake e albergatori temerari che adottano pratiche suicide). Si cerca di farlo creando comunità più affidabili con l’incrocio di esperienze tra “profili” con i quali consapevolmente si entra in contatto. Ho già parlato di Gogobot che tra le start up è quella che più mi aveva colpito quando fu lanciata a novembre, adesso che anche Usa Today ne canta le lodi ne sono più convinto.

Affiancare questa pratica della recensione a maggior valore aggiunto a un Location Based Service come Foursquare non sarebbe cosa da poco. Mi immagino una sorta di “navigatore” programmato da persone a me care, che conosco e che ritengo affidabili. I servizi come Foursquare o Gowalla finiscono per raccogliere micro storie, “instant storytelling” le chiamerei, significativo e vero perché i segni degli utenti sono rilasciati on line nel momento in cui sono stati vissuti.

Ho fatto un esperimento nei giorni scorsi a Milano, ho risolto che Foursquare funziona: ho scoperto un ristorante tipico proprio a due passi da dove mi trovavo, le caratteristiche che lo distinguono on-line sono coerenti con quello che ho visto e provato. Conoscevo i migliori piatti da gustare, per buona pace di chi crede nella poca attendibilità delle recensioni anche che il fatto che fosse “quite expensive” è stato ahimé vero!
Quindi tutte info rilevanti e attendibili, in pratica le caratteristiche premianti on line e che creano fiducia.

In pratica mi preme mettere in evidenza il fatto che la possibilità di poter consultare delle recensioni, anche durante il viaggio, via mobile, potrà condizionare il comportamento dei viaggiatori in modo significativo.

Immaginiamo di poter sfruttare più app per poter decidere ancor più all’ultimo momento il percorso del viaggio. In effetti aspettare e decidere la rotta all’ultimo momento potrà farci cogliere migliori e più belle esperienze durante il viaggio. Uno scenario auspicabile è quello in cui la disponibilità a variare il percorso semplicemente perché sul luogo vi permetterà di farvi un’idea nuova o un’esperienza migliore. Conoscere disponibilità, tariffe, servizi e recensioni di ciò che ci sta intorno cambierà il nostro modo di muoverci, non solo nel viaggio ma anche per fare la spesa tutti i giorni.

Non sono un programmatore ma immaginare un’app che unisca le funzioni di localizzazione, social review oltre a disponibilità e tariffa non mi pare difficile. Unire questi tre per esempio: Gogobot, Foursquare, Londontown.

Robi Veltroni

Robi Veltroni è il fondatore di Officina Turistica. Venditore di camere, si occupa di marketing e pubblicità nel turismo da circa vent’anni. Ha iniziato a lavorare in albergo nel 1979: dopo aver vissuto nei viaggi degli altri per oltre trent’anni, si è trasferito in Maremma. Membro del comitato di programma di BTO – Buy Tourism Online. Attualmente è direttore d'albergo, consulente in direzione delle aziende turistiche e dell'ospitalità, formatore in management alberghiero, marketing turistico e web marketing.

Leggi gli altri post di Robi Veltroni

Non ci sono (ancora) commenti.

Commenta il post

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.