Enit: dalla Russia con amore

0

Questa mattina un alert mi avvisava che l’Enit aveva aperto la pagina su Facebook

Sono andato subito a vedere la pagina che era tristemente vuota
Mi sono iscritto premendo con mentita fierezza Mi Piace e subito dopo ho ricevuto il messaggio che era avvenuto un cambiamento da Enit a Enit (Moscow)
Avevo subito condiviso la pagina e ricevuto qualche commento (ovviamente ilare) che però, adesso, non trovo più. Infatti la pagina pare sia stata cancellata, il link sul mio profilo non esiste più.
Ora mi chiedo se all’Enit abbiano la piena consapevolezza del fatto che rappresentano il turismo in Italia, l’immagine di una nazione e ultimo ma più importante il lavoro di persone oltre a una quota rilevante di PIL.
Eppure esempi ai quali ispirarsi per una pagina Facebook ce ne sono molti, Visit Norway per esempio. Vi segnalo anche, cari responsabili dell’Enit, la Svezia su Twitter prima che proviate a cinguettare malamente.
Se poi continuate per tentativi e qualche imbecille sostiene che chiudervi è cosa buona e giusta non vi lamentate però.

Robi Veltroni

Robi Veltroni è il fondatore di Officina Turistica. Venditore di camere, si occupa di marketing e pubblicità nel turismo da circa vent’anni. Ha iniziato a lavorare in albergo nel 1979: dopo aver vissuto nei viaggi degli altri per oltre trent’anni, si è trasferito in Maremma. Membro del comitato di programma di BTO – Buy Tourism Online. Attualmente è direttore d'albergo, consulente in direzione delle aziende turistiche e dell'ospitalità, formatore in management alberghiero, marketing turistico e web marketing.

Leggi gli altri post di Robi Veltroni

Non ci sono (ancora) commenti.

Commenta il post

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.