Dunque Dustin Hoffman funziona?

Nelle Marche sono diminuiti i turisti italiani, in modo drastico. A salvare la situazione sono arrivati i turisti stranieri con un +13%. Lo leggo sempre sull’inserto del Sole24Ore. Pare che Dustin Hoffman abbia funzionato con il +8% che Isnart assegna alla campagna di comunicazione con testimonial l’attore americano.

Il filmato che scatenò molta polemica (intervenne anche Mina) dunque ha funzionato? Forse si, ma i flussi hanno beneficiato anche grazie alla rivista Usa Aarp (37 milioni di associati) le ha dedicato questo bell’articolo alle Marche: Best Places to Retire Abroad Italy Find vineyards, snow-capped mountains and gorgeous Adriatic Coast beaches in Le Marche.

Ma l’operazione non si è limitata a un progetto di comunicazione – prosegue L.D. sul Sole 24 Ore – ci sono stati anche investimenti e linee di credito per le ristrutturazioni. Grazie a ciò 160 hotel negli ultimi due anni hanno aggiornato e arricchito i loro servizi.

Tra le iniziative per valorizzare il territorio c’è quella di un imprenditrice dell’elettronica, Gioia Trinchera, che ha trasformato la sua casa colonica di Fermo in una country hose. “i clienti si aspettano un B&B -dice-, invece si trovano in un relais con spiaggia privata e frutta dell’orto a colazione. Sei stanze sempre piene, grazie a internet e al passaparola.

E allora speriamo che Dustin Hoffman continui a storpiare l’Infinito. E auguri alle Marche! Dopo il video aggiungo qualche considerazione dopo aver approfondito alcuni dati.

Certo è che si tratta di numeri relativamente piccoli, mi fanno sapere fonti accreditate. In effetti, se controlliamo le schede analitiche dei flussi sul sito della regione per il 2011 si tratta di poco più di 400 mila arrivi stranieri (quasi 2,5 mln di presenze) ma come si può notare in questo comunicato stampa della Regione gli americani non è che siano citati tra i flussi dominanti, seppur con un +29% arrivano sempre dopo a molte altre nazionalità: “I flussi dall’estero per nazionalità di provenienza vedono al primo posto sempre la Germania
con 50.380 arrivi e 307.640 presenze, al secondo posto l’Olanda (Paesi Bassi) che supera la
Francia con 28.772 arrivi e 203.413 presenze, quindi la Francia, la Svizzera, Il Regno Unito,
Repubblica Ceca, Belgio, Russia, Stati Uniti d’America, Polonia, Austria”.

Anche gli incrementi percentuali vedono altre nazionalità incrementarsi di più degli americani: dal Canada (+32,26%), dalla Cina (+141,71%), dal Brasile (+140,32%).
Quindi chiudo con un altro interrogativo: in numeri reali quanti saranno questi americani?

Robi Veltroni

Robi Veltroni è il fondatore di Officina Turistica. Venditore di camere, si occupa di marketing e pubblicità nel turismo da circa vent’anni. Ha iniziato a lavorare in albergo nel 1979: dopo aver vissuto nei viaggi degli altri per oltre trent’anni, si è trasferito in Maremma. Membro del comitato di programma di BTO – Buy Tourism Online. Attualmente è direttore d'albergo, consulente in direzione delle aziende turistiche e dell'ospitalità, formatore in management alberghiero, marketing turistico e web marketing.

Leggi gli altri post di Robi Veltroni

2 Commenti
  • gloria de simoni di Altarelli B & B
    Febbraio 15, 2012

    caro Dustin,
    vieni anche da noi!!!!
    La val Trebbia merita

  • Anonimo
    Febbraio 15, 2012

    La cosa strana è che la pubblicità di Dustin è stata trasmessa solo in Italia. Quindi di americani grazie a Dustin non credo ne arriveranno molti. A meno che non siano suoi amici personali…

Commenta il post

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.