tHPI trivago: dai primi due mesi del 2014 segnali deboli

0

tHPI trivago: calma piatta, tutte le città poco sopra ai livelli 2013 ma lontane dai prezzi di 2/3 anni fa, anche Parigi e Londra, dove aver corso, tirano il fiato e restano sotto i massimi del 2012. Firenze e Milano meglio di tutti.

Primi due mesi del 2014 con le previsioni tariffarie del tHPI di trivago che segnalano una grande debolezza di fondo. Tutti sono un filo sopra ai minimi dell’anno scorso ma ben lontani dalle tariffe del 2010. Il quinto anno di monitoraggio dei dati del comparatore inizia col fiatone così come aveva finito il 2014.

tHPI_trivago_febbraio_roma_2014

Roma: si appiattisce sulle tariffe 2013, solo un euro sopra. I 95 euro di febbraio sono lontani dai 105 del 2009 o i 108 del gennaio 2011.

tHPI_trivago_febbraio_torino_2014

Torino: si allontana dai massimi di febbraio 2010 (111 euro)  con 94 euro migliora solo di 2 euro le tariffe di febbraio 2013.

tHPI_trivago_febbraio_venezia_2014

Venezia: si conferma una delle città più care d’Europa. In febbraio segna una media di 154 euro, 2 euro sopra l’anno scorso ma ben 20 euro sotto al febbraio 2012.

tHPI_trivago_febbraio_milano_2014

Milano: è l’unica città italiana che si allinea alla parte alta del range tariffario con 146, solo 6 euro in meno rispetto al record del febbraio 2012 (152).
tHPI_trivago_febbraio_firenze_2014
Firenze: dopo un ottimo secondo semestre 2013 il capoluogo toscano mantiene alte le tariffe anche se non migliora i massimi del 2012, come se gli effetti dei mondiali di ciclismo si stessero già affievolendo.
tHPI_trivago_febbraio_londra_2014
Londra: partita con un bel record in gennaio (163 euro) la capitale britannica in febbraio cresce fino a 171 euro (solo un euro sotto al record del 2012.
tHPI_trivago_febbraio_parigi_2014
Parigi: si muove da sempre come Londra e anche nei primi due mesi del 2014 ha confermato questa tendenza registrando tariffe poco sotto i massimi del 2012.
Photo courtesy: By Conte di Cavour (Own work) [CC BY-SA 4.0], via Wikimedia Commons

Robi Veltroni

Robi Veltroni è il fondatore di Officina Turistica. Venditore di camere, si occupa di marketing e pubblicità nel turismo da circa vent’anni. Ha iniziato a lavorare in albergo nel 1979: dopo aver vissuto nei viaggi degli altri per oltre trent’anni, si è trasferito in Maremma. Membro del comitato di programma di BTO – Buy Tourism Online. Attualmente è direttore d'albergo, consulente in direzione delle aziende turistiche e dell'ospitalità, formatore in management alberghiero, marketing turistico e web marketing.

Leggi gli altri post di Robi Veltroni

Non ci sono (ancora) commenti.

Commenta il post

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.