Nove bizzarre proposte per catturare l’attenzione degli ospiti!

0

Dopo alcuni post impegnativi (Iva e Digital Divide) divaghiamo un poco e concediamoci un post “col sorriso sulle labbra”.
Se non sapete quale tariffa applicare, se non conoscete strategie alternative di marketing, se avete bisogno di un po’ di ispirazione, sappiate che le hanno già inventate di tutti i colori. Ecco alcune idee di servizi alternativi e originali che Josiah Mackenzie ha scovato per noi:

1. Battaglia di cuscini al Ritz-Carlton di Palm Beach.
L’hotel mette a disposizione dei clienti che vorranno darsi battaglia 30 piccoli cuscini di seta, guantoni da box in miniatura, musica appropriata e giochi suggestivi.

2. “Flacone di medicinali” al Roosvelt Hotel.
A prima vista può sembrare strano ma niente paura! Il flacone che ogni sera viene messo sul comodino non contiene pillole bensì caramelle.

3. Tatuaggi gratis all’Hotel Erwin
L’hotel offre un pacchetto “ink & stay” che include un voucher da $ 100,00 per un tatuaggio e una bottiglia di tequila per affrontare meglio il dolore; un bonus di $ 500,00 è riservato a coloro che si tatueranno la scritta “I heart Hotel Erwin”, ma probabilmente nessuno ha approfittato di questa offerta!

4. Chiavi dell’hotel con pass per la metro al Chaophya Park Hotel di Bangkok.
La chiave che funge anche da biglietto giornaliero della metropolitana può essere considerato un servizio davvero utile.

5. Un pesce rosso all’Hotel Monaco.
Gli ospiti che soffrono di solituine possono avere un pesce rosso in omaggio da tenere nella loro camera.

6. Una chitarra all’Hotel Preston di Nashville.
Ai rockers, o aspiranti tali, l’hotel mette a disposizione una chitarram una bottiglia di champagne, una cartolina regalo di iTunes e una macchina fotografica per immortalare il divertimento.

7. Suonatori di cornamusa all’Inn di Spanish Bay.
Ogni sera, al crepuscolo, compare dalle dune un suonatore di cornamusa che, grazie alla sua musica, rende l’atmosfera particolarmente suggestiva.

8. Un sommelier del bagno al Fairmont Chicago.
Offre bagni alla menta, latte, fanghi, zucchero o anche al cioccolato e agli agrumi.

La numero 9 forse non può essere considerata un servizio, ma di sicuro attira l’attenzione: marcia delle anatre al The Peabody Hotel. E’ una tradizione che va avanti dal 1933 e ha luogo tutti i giorni dalle 11,00 alle 17,00 nella lobby del Peabody Hotel, sotto la guida del “duckmaster” Jason Sensat.

Immagine: Harry Benson-The Beatles Pillow Fight Contact Sheet, George V Hotel, Paris, 1964

Robi Veltroni

Robi Veltroni è il fondatore di Officina Turistica. Venditore di camere, si occupa di marketing e pubblicità nel turismo da circa vent’anni. Ha iniziato a lavorare in albergo nel 1979: dopo aver vissuto nei viaggi degli altri per oltre trent’anni, si è trasferito in Maremma. Membro del comitato di programma di BTO – Buy Tourism Online. Attualmente è direttore d'albergo, consulente in direzione delle aziende turistiche e dell'ospitalità, formatore in management alberghiero, marketing turistico e web marketing.

Leggi gli altri post di Robi Veltroni

Non ci sono (ancora) commenti.

Commenta il post

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.