BTO – Edizione delle Isole: manuale di sopravvivenza

Sarà uno sbarco in grande stile quello che gli uomini di BTO – Buy Tourism Online faranno all’Isola d’Elba il 24 e 25 maggio. BTO scopre sempre più la sua vocazione travel e esporta il suo modello su un’isola. Dire che sono entusiasta di ciò è poco. Per due giorni il meglio, l’essenza del nuovo, del turismo on-line passerà sullo “scoglio” per dare vitalità nuova ad una vocazione innata nella gente isolana: quella di navigare.

Il programma che si sta, di giorno in giorno, completando, è intenso e molto nteressante. Alcuni dei protagonisti sono già transitati tra i post di Officina Turistica. In questo troverai tutti i link per conoscerli meglio.

BTO è pericoloso, crea un forte senso di dipendenza e se non stai attento rischierai di diventarne eccezionalmente dipendente. Ecco perché ti invito a leggere attentamente il programma che trovi di seguito e navigare seguendo i link, è un piccolo manuale di sopravvivenza, alcuni sono soggetti molto particolari e c’è da stare attenti.

Ouverture: PAOLO IABICHINO, aka IABICUS
Direttore Creativo in Ogilvy Italia e autore del saggio Invertising. Lo hanno messo all’inizio perché, senza dubbio, è uno dei più pericolosi. Non ci credi? Leggi cosa ha combinato a Firenze!

Presentazione Day Two: MIRKO LALLI Responsabile Comunicazione e Marketing Fondazione Sistema Toscana. Lui è quello di “Voglio Vivere Così” e autore del Blog intoscana.it. Iniziate a dare uno sguardo al suo profilo.

ROBERTA MILANO BTO Educational + Università degli Studi di Genova, Campus Universitario di Savona + Blogger + Prof. ganziale: inizia a prendere confidenza con il Milano pensiero leggendo questa intervista dove si parla anche un po’ di Isola d’Elba. E magari curiosa un po’ nel suo blog.

Travel 2.0. GIANCARLO CARNIANI BTO Educational + Coordinatore BTO – Buy Tourism Online 2009: è anche uno degli ideatori di BTO Buy Tourism Online. Guarda cosa ha combinato costui, in associazione a delinquere con l’impagabile ROBERT(ONE) PIATTELLI lo scorso novembre. Clicca qui.
RODOLFO BAGGIO Università Bocconi – Master in Economics and Tourism and Dondena Center for Research on Social Dynamics. E’ uno dei pionieri del web italiano, sicuramente uno dei più accreditati docenti universitari sui temi del Travel e ora del Travel 2.0. Di abitudine Rodolfo Baggio non delude mai le aspettative di chi viene a ascoltarlo. Ecco due piccoli assaggi (assaggio 1assaggio 2)

ALESSANDRA ALARI Industry Manager Travel in Google e FRANCESCO MICELI
Account Manager, Settore Travel in Google. Una cosa sola ti dico, Google ha cambiato veste grafica da pochi giorni, forse è una coincidenza, ma credo che l’abbia fatto proprio in occasione di BTO Edizione delle Isole. 🙂

MONICA FABRIS Presidente GPF converserà sulle nuove tendenze in atto nel campo Travel, i comportamenti e i valori emergenti: “Turismo e turismi tra realta’ e sogno: una nuova dimensione sociale” è il tema del suo intervento. Inizia a conoscerla.

ALBERTO COTTICA Progetto Kublai parlerà di Turismo e Territorio e del progetto Kublai, ambiente di progettazione pensato per i creativi, sviluppato con strumenti web 2.0 e orientato allo sviluppo locale. Ecco il progetto.

Che ne dici? Perché non inizi ad iscriverti per essere uno dei 250 partecipanti a questo evento?

Un doveroso ringraziamento a Fabrizio Niccolai, direttore dell’Azienda di Promozione Turistica dell’Arcipelago Toscano, che ha profuso tutto il suo impegno nella realizzazione di questo evento e a Robert(one) Piattelli che, dopo aver saggiato il territorio elbano con due blitz invernali si è innamorato dell’Isola e con grande passione ha reso un progetto ambizioso una bella realtà.
Proprio intorno a Robert(one) Piattelli, che si occupa del marketing e dei social network per BTO, evangelizzeranno l’evento undici tra i più seguiti bloggers italiani in materia di web e travel 2.0, tutti uniti sotto il progetto collaborativo Web Travel Marketing c-Magazine chi sono? Ecco i convocati dal CT Piattelli: Antonello Maresca, Danilo Pontone, Fabrizio Todisco, Arturo Salerno, Lidia Marongiu, Giovanni Cerminara, Francesco Mongiello, Alessio Carciofi, punte avanzate la già citata prof. ganziale e Enrico Ferretti che con il suo Turismo e Consigli ha meritatamente vinto a novembre il premio come miglior blog in BTO. Ci sono anch’io ma questa è un’altra coincidenza, come la grafica nuova di Google.

Robi Veltroni

Robi Veltroni è il fondatore di Officina Turistica. Venditore di camere, si occupa di marketing e pubblicità nel turismo da circa vent’anni. Ha iniziato a lavorare in albergo nel 1979: dopo aver vissuto nei viaggi degli altri per oltre trent’anni, si è trasferito in Maremma. Membro del comitato di programma di BTO – Buy Tourism Online. Attualmente è direttore d'albergo, consulente in direzione delle aziende turistiche e dell'ospitalità, formatore in management alberghiero, marketing turistico e web marketing.

Leggi gli altri post di Robi Veltroni

3 Commenti
  • Tiburzio
    Maggio 25, 2010

    La dimostrazione che c'e' un terribile bisogno di BTO e di altre analoghe iniziative la fornisce questo "mirabile" comunicato stampa prodotto dall'azienda elbana Youritaly.it e pubblicato oggi su elbareport.
    Lo riporto non sapendo linkarlo:
    Youritaly sul Bto:"A Portoferraio un portale on-line c'è già da diversi anni"

    Si sta tenendo oggi all’isola d’Elba il Bto per il turismo su internet. Su un comunicato uscito sulla stampa locale leggiamo che internet è ancora poco conosciuto e ancora meno lo è la sua grammatica. Per questo motivo avere questo appuntamento all’Elba è sicuramente un traguardo importante ed un obiettivo centrato per gli organizzatori, Niccolai e Pacini. Peccato però, che proprio a loro che dovrebbero conoscere meglio di qualsiasi operatore, il territorio elbano e gli strumenti turistici di domani, sia sfuggito che Portoferraio ospiti da diversi anni un portale on-line a livello nazionale che per l’isola ha da sempre un occhio di riguardo. Stiamo parlando di Youritaly.it una vetrina su internet per le aziende di tutta Italia ma soprattutto per quelle nostrane. Digitando su Google “portale turistico” il primo risultato è Youritaly, ovvero un’azienda elbana. Un valore dunque per l’isola, avere un portale nazionale che guadagna in tutta Italia, ma che investe all’Elba (al contrario di come fanno altri grandi gruppi elbani). Eppure questa azienda, ancora non viene presa in considerazione e, anzi, attira maldicenze e pregiudizi negativi. Chissa perché. E chissà perché Youritaly non è stata invitata al Bto e ancora non è considerata fra i grandi del web. Noi che a Youritaly lavoriamo con un contratto a tempo indeterminato, rimaniamo amareggiate da questa indifferenza. Noi che in Youritaly crediamo, ma che soprattutto abbiamo capito che valore potrebbe essere per l’Elba, ci rattristiamo per questa poca considerazione. Noi che abbiamo sempre invitato gli scettici a venire a toccare con mano che cosa sia Youritaly, e che siamo sempre pronte a chiarire tutti i dubbi e le perplessità di chi non conosce la grammatica di internet, non capiamo perché non si approfitti del valore che rappresentiamo. Siamo consapevoli che per crescere avremo anche fatto qualche errore, ma siamo convinti che gli obiettivi positivi raggiunti siano stati molti di più. Non ci credete? Allora utilizzate internet e la sua grammatica, sconosciuta ma in fondo semplice, e digitate:
    bar portoferraio
    dove dormire capoliveri
    guida gastronomica isola d’elba
    Sono solo alcuni esempi che portano a Youritaly.it e tanti altri ne potremmo fare, ma nel dubbio che sia tempo sprecato cercare di spiegare che cosa sia Youritaly a chi non vuole capire, preferiamo tornare al nostro lavoro. Un lavoro serio nel mondo del turismo on-line.

    ______________

    credo non ci sia da aggiiungere altro.

  • Irene Tama
    Febbraio 7, 2013

    Salve
    non ho capito se YourItaly può servire anche a strutture che non risiedono all'isola d'elba.. dal discorso che leggo sopra sembra che l'unico obiettivo sia attirare turisti all'Elba…lo chiedo perchè stò pensando di iscrivermi con la mia struttura agrituristica di grosseto ma non vorrei "buttare" altri soldi, grazie in anticipo per la risposta!

    • Robi Veltroni
      Febbraio 7, 2013

      Ciao Irene, il post è relativo a questioni di qualche anno fa. In passato utilizzai i servizi del sito che menzioni quando mi occupavo del web marketing di tre strutture di quella destinazione. Poco traffico generato e a quei tempi il peggior rapporto costi/benefici rispetto a altre inserzioni su altri portali. In ogni caso potresti contattare qualche collega inserzionista e sentire se il servizio è di suo gradimento. Grazie per il tuo commento.

Commenta il post

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.