Skip to main content
Reading Time: < 1 min
Unioncamere-Isnart ha pubblicato i risultati di un’intervista rivolta a esperti del settore turistico, operatori, giornalisti, impiegati, imprenditori e dirigenti, nella quale si chiedeva quali fossero, secondo loro, i rimedi necessari per risollevarsi dalla crisi attuale del turismo italiano. I risultati hanno premiato web e disintermediazione.
Quasi l’85% degli intervistati ha indicato una maggiore attenzione al web e la stabilità dei prezzi come principali leve per superare questa contingenza. Il 48% ha anche indicato la via della disintermediazione come metodo per mantenere stabili o addirittura ridurre le tariffe. Il 99% del campione ha addirittura indicato una maggiore attenzione verso internet come “importante” (78%) o “abbastanza importante” (21%) per migliorare l’azienda turistica.
Gli intervistati hanno anche definito il probabile reinserimento della tassa di soggiorno come dannoso per il settore e poco significativo l’effetto dei Buoni Vacanza.
Fonte: Unioncamere-Isnart

Robi Veltroni

Robi Veltroni è il fondatore di Officina Turistica. Venditore di camere, si occupa di marketing e pubblicità nel turismo da circa vent’anni. Ha iniziato a lavorare in albergo nel 1979: dopo aver vissuto nei viaggi degli altri per oltre trent’anni, si è trasferito in Maremma. Membro del comitato di programma di BTO – Buy Tourism Online. Attualmente è direttore d'albergo, consulente in direzione delle aziende turistiche e dell'ospitalità, formatore in management alberghiero, marketing turistico e web marketing.

Leggi gli altri post di Robi Veltroni

Robi Veltroni

Robi Veltroni è il fondatore di Officina Turistica. Venditore di camere, si occupa di marketing e pubblicità nel turismo da circa vent’anni. Ha iniziato a lavorare in albergo nel 1979: dopo aver vissuto nei viaggi degli altri per oltre trent’anni, si è trasferito in Maremma. Membro del comitato di programma di BTO – Buy Tourism Online. Attualmente è direttore d'albergo, consulente in direzione delle aziende turistiche e dell'ospitalità, formatore in management alberghiero, marketing turistico e web marketing.

3 Comments

  • maurizio ha detto:

    a mio giudizio dire web, ormai da tempo, non vuol più dire disintermediazione e abbassamento dei prezzi.
    E spezzerei una lancia a favore die buoni vacanza ancorchè non sono in possesso di dati per ruolo possono aver avuto per la "tenuta" del turismo italiano durante la crisi

  • Giuseppe ha detto:

    Credo che le persone abbiamo capito dell'importanza del proprio sito web per quanto riguarda la disintermediazione. Lo scopo giustamente potrebbe essere quello di mantenere stabili i prezzi.

    Ciao
    Giuseppe

  • maria immacolata ha detto:

    Credo che sia la strada da percorrere, il web offre delle potenzialità illimitate. Disintermediare, attirando prenotazione dirette permette di mantenere i prezzi stabili e, sopratutto di offrire offerte personalizzate da contestualizzare in base alla stagione ed al territorio.

Leave a Reply

*