La Maremma dell’ospitalità va a lezione

Nei giorni scorsi a Grosseto, presso l’aula magna della locale università, si sono incontrati alcuni operatori del turismo locale per parlare di “Nuovi strumenti per gli operatori del turismo“, un incontro promosso dall’Amministrazione provinciale con la collaborazione scientifica di BTO Educational dedicato alla Maremma.

Ai lavori ha partecipato l’assessore al Turismo e alla Promozione Territoriale Gianfranco Chelini il quale, dopo aver ringraziato gli operatori locali “per aver difeso posti di lavoro, unico settore in questo difficile momento“, ha annunciato “interventi per 100mila euro destinati alla formazione degli operatori turistici maremmani“.

Francesco Tapinassi, dirigente per il Settore Turismo della Provincia di Grosseto, che presentato alla platea alcuni dati significativi al riguardo delle prenotazioni via internet in Italia, riportando lo studio Isnart-Unioncamere – ONT, in cui la percentuale di prenotazione passa dal 36,1% del I trimestre 2011 al 61,9% del I trimestre 2012.
Tapinassi ha parlato poi di Ecosistema turistico digitale, soffermandosi sull’importanza del livello di engangement tra gli operatori e la destinazione, gli operatori e i clienti e tra gli operatori stessi, sottolineando quanto siano importanti i flussi informativi (in particolare il contatto tra consumatore e produttore di beni/servizi al front office) sulla scelta di una determinata destinazione, in questo caso la Maremma.

E’ seguito un resoconto del  lavoro effettutato on-line negli ultimi anni dall’Amministrazione provinciale di Grosseto, in ambito turistico e non solo, a partire dal rinnovato portale web turismoinmaremma.it, alle 240 mila newslatter inviate verso operatori, giornalisti e altri 5 mila contatti, iscritti al database, per un periodo di tempo di circa un anno e mezzo, fino al nuovo portale mobile; la traduzione in ben 9 lingue per un territorio circoscritto come la Maremma è proprio un bel sentire. Interessante anche il fatto che la sezione dove dormire del portale web è allacciata al booking on-line di turismo.intoscana.it?

La seconda parte della giornata si è focalizzata sulla formazione diretta, in ambito social media, per gli stakeholder locali. E’ stato presentato un quadro generale dell’universo social network, a partire dalla nascita del web 2.0 fino all’importanza delle conversazioni, interamente curata da Daniela Mariotti.
Sara Naviganti, invece, ha offerto spunti interessanti sull’utilizzo di strumenti e luoghi di geolocalizzazione (Foursquare, Google Maps, Facebook Places), mentre Cristina Andolcetti ha trattato la materia dei video e delle foto a 360° attarverso la spiegazione di piattaforme sociali come Flickr, Pinterest, Panoramio, Youtube, Vimeo, Instagram, 360cities.net e Hipstamatic.
La giornata si è conclusa con l’illustrazione di alcuni ottimi esempi di buone politiche da utilizzare, e perché no da copiare, in ambito di marketing per il turismo.

Nicola Carraresi

Appassionato di turismo e cultura, si è laureato in Progettazione è Gestione dei sistemi turistici locali all’Università di Roma Tor Vergata. Dal 2012 sviluppa i progetti di Officina Turistica occupandosi di marketing turistico e web strategy. Consulente e formatore in materia di servizi turistici, web marketing e social media marketing.

Leggi gli altri post di Nicola Carraresi

3 Commenti
  • Gian Luca Gozzo
    Luglio 4, 2012

    Notevole anche la terza parte: il buffet 😉

  • Eugenia Cerulli
    Luglio 4, 2012

    Bravissima Lina…immaginate il risparmio con i maremmani: nessuna differenza tra frontstage e backstage…solo un'unica ripresa!

  • Robi_Veltroni
    Luglio 5, 2012

    @Gian Luca @Eugenia non fatevi riconoscere! E' stato un piacere rivedervi! 🙂

Commenta il post

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.