Tripconnect: come stanno su Tripadvisor 100 hotel europei.

Come stanno su Tripadvisor 100 hotel europei. Chi sa usare TripConnect?

Come stanno su Tripadvisor 100 alberghi europei? 10 capitali europee, i primi dieci hotel in classifica a Amsterdam, Atene, Berlino, Lisbona, Londra, Madrid, Parigi, Praga, Roma, Vienna. Cosa succede se voglio prenotare una camera doppia dal 20 al 22 novembre prossimo? Quali OTA dominano il mercato, quanti e quali canali usano gli albergatori. Le leve del marketing offerte da Tripadvisor come vengono utilizzate? La parity rate esiste ancora? Ecco cosa ho scoperto.

Il campione di hotel selezionato fa ampio uso del profilo aziendale a pagamento, che consente di indicare alcune informazioni importanti quali il numero di telefono e il link al sito internet proprietario.

profilo

Tra i 76 alberghi che hanno scelto la presenza a pagamento su Tripadvisor oltre i due terzi sfruttano la possibilità di inserire delle offerte, non si comprende per quale motivo alcune strutture (22) non sfruttano questa opportunità che è compresa nei costi del profilo aziendale. Inoltre solo in 27 casi il link viene puntato sul booking on line, spesso e volentieri, il link al sito – 49 volte su 76 – viene puntato sulla home page dove il booking on line non è facilmente individuabile.

offerte_tripadvisor-1

Tra i 100 hotel del campione poco più del 20% ha deciso di acquistare il servizio TripConnect

TripConnect-1

ma non è che ne facciano buon uso: solo il 19% delle volte le tariffe sono più convenienti sul sito proprietario, il 10% delle volte sono in perfetta parity e oltre la metà delle offerte è più conveniente sulle OTA.

usano_tripconnect

Ma non sono solo i piccoli a sbagliare. Tra coloro che hanno acquistato il servizio TripConnect ben 8 sono catene alberghiere, di queste, ben 5 sono più convenienti sulle OTA.

C’è anche da notare che l’intero campione delle strutture si comporta in modo abbastanza disordinato a livello di politiche tariffarie. I dati dimostrano ancora una volta che la parity rate è praticamente una utopia.

Schermata 2013-11-11 alle 19.46.03
Per la maggior parte delle ricerche abbiamo ricevuto disponibilità da un minimo di 1 canale fino a un massimo di 10 OTA disponibili sulla stessa struttura. La maggior parte delle volte le proposte contemporanee sono tra le 4 e le 6 OTA, leggermente inferiori quelle da 2 a 3, ancora meno le volte che le strutture sono disponibili contemporaneamente su oltre 6 canali, fino a 10.
numero_canali

Qual è la OTA che appare la maggior parte delle volte in prima posizione? Non sempre quella che offre la migliore tariffa. E’ evidente che la classifica è dettata dagli accordi economici tra le OTA e Tripadvisor, dall’intensità delle conversioni e dalle disponibilità di camere (questa è una mia opinione). Ecco la classifica:

apparizione_ota_prima

Era prevedibile un testa a testa tra Expedia e Booking.com, si comprende il perché, sul bilancio di Tripadvisor, sia indicato chiaramente che Expedia ha versato nel 3Q13 circa 60 milioni di dollari. Se tanto mi da tanto altrettanti ne avrà versati il gruppo Priceline.

Nel totale delle ricerche il metamotore di Tripadvisor ha restituito un totale di 399 possibilità di prenotare nei 100 hotel del campione. Inutile dire che Booking.com e il gruppo Expedia (Expedia, Hotels.com e Venere) coprono il 64% delle proposte.

frequenza

Dunque le OTA continuano a presidiare la stragrande maggioranza dei canali e le poche volte che non ci riescono c’è sempre un albergatore che gli da una mano…

vantaggio_connect_5

… ma c’è anche il perfezionista…

vantaggio_connect_6

… e per lui che chiude questo post, giustamente, la dispary rate funziona così. E non può essere altrimenti, non tutti possono permettersi il potere contrattuale di Melià.com.

vantaggio_connect_2

Robi Veltroni

Robi Veltroni

Robi Veltroni è il fondatore di Officina Turistica. Venditore di camere, si occupa di marketing e pubblicità nel turismo da circa vent’anni. Ha iniziato a lavorare in albergo nel 1979: dopo aver vissuto nei viaggi degli altri per oltre trent’anni, si è trasferito in Maremma. Membro del comitato di programma di BTO – Buy Tourism Online. Attualmente è direttore d'albergo, consulente in direzione delle aziende turistiche e dell'ospitalità, formatore in management alberghiero, marketing turistico e web marketing.

Leggi gli altri post di Robi Veltroni

0 Commenti

Commenta il post

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.