Officina Turistica Top 2014, quello che avete letto di più!

0

Classica chiusura da fine anno con la lista dei 10 post più letti nel 2014 e con la speranza che il 2015 sia migliore per tutti. Per i lettori del blog e per tutti coloro che lavorano nel turismo, anche per chi ciurla nel manico e per chi continuerà a sofisticar la fuffa, ché un piatto di pasta, noi dell’ospitalità, non s’è mai negato a nessuno.

1 – La mia visita a booking.com e altre questioni sulla distribuzione.

Di Giancarlo Carniani
Da mesi Robi mi sollecita a dire come la penso su tutte le polemiche che si leggono in rete sullo strapotere distributivo delle OLTA e dei metasearch, nonché sulla annosa questione della parity rate.

2 – Dalle epiche sconfitte dei portali a quelle dei booking on line e via ragionando sulla sindrome dell’assessore al turismo.
Se vuoi fare un portale di prenotazioni alberghiere o lo fai per dirottare il traffico Olta verso canali meno costosi oppure lo fai per conquistare nuove fette di mercato che si stanno aprendo con l’internet per esempio nei paesi BRIC, ergo fai concorrenza alle Olta.

3 – L’Abruzzo su Facebook: intervista a Marco Virno.
Un’indagine di novembre 2010 relativa alle “Amministrazioni 2.0”, posizionava la regione Abruzzo agli ultimi posti nell’elenco delle amministrazioni pubbliche italiane in questa speciale classifica.

4 – Assecondare e sostenere le passioni, non impacchettare esperienze. Ecco Sounds of Great Britain.
E’ sempre meglio ascoltare e assecondare le passioni degli ospiti piuttosto che proporre esperienze fabbricate e uguali per tutti, è senza dubbio più impegnativo ma molto premiante e restituisce all’ospite una “esperienza molto personale quasi intima”.

5 – Le Marche su Facebook: intervista a Sandro Giorgetti.
Il Social Media Team della Regione Marche opera nell’ambito della Fondazione Marche Cinema Multimedia con sede ad Ancona dall’agosto 2012.

6 – Riflessioni sparse su Tripadvisor e booking.com.
Se pensiamo che in Italia, secondo i dati dello stesso quotidiano che ha evidenziato il numero delle recensioni false, ci sono un centinaio di parlamentari inquisiti, pregiudicati, amnistiati e oltre 500 consiglieri regionali indagati potremmo dire che percentualmente Tripadvisor è più onesto dei rappresentanti di fiducia che il popolo italiano in qualche modo si sceglie.

7 – #Iperintermediazione: le mille insidie sulla strada dell’albergatore e una riflessione sull’ennesimo portale.
Torno a dirlo ancora una volta, infischiatevene della parity. La parity non è mai esistita e non esisterà mai. Se la parity esistesse Kayak, Tripadvisor e Trivago non avrebbero ragione di esistere.

8 – La banale semplicità del turismo.
I viaggiatori cercano su internet. Cercano hotel, percorsi, strade, aerei. Cercano tariffe, comparano soggiorni, pesano reputazione, agiscono di filtri e snocciolano ranking, altro che poesia.

9 – Chi può battere Booking.com e Expedia?
Quello della distribuzione è un tema particolarmente sentito a causa dell’iperintermediazione e in particolare per le sempre più insistenti polemiche relative alle clausole contrattuali che regolano i rapporti con OTA e TO.

10- Se le OTA vanno a cena al ristorante. Intervista a Nicoletta Polliotto.
Le grandi manovre delle OTA, nel campo della ristorazione, mi hanno spinto a intervistare Nicoletta Polliotto, che da anni segue con particolare attenzione il marketing della ristorazione.


Grazie per la passione con la quale ci seguite, Officina Turistica non è mai stata così letta e così partecipata. Grazie a chi ci segue sui social, grazie a chi ha avuto la pazienza di subire le nostre interviste, grazie a chi ha commentato, a chi ci ha inviato post, condiviso, criticato. Grazie anche a chi non ci sopporta, perché nel 2015 continuerà a non sopportarci… ed è proprio questo il bello. Anche il 2015 sarà una corsa a ostacoli, dobbiamo essere coraggiosi!

Foto di Kira Hoffmann da Pixabay

Robi Veltroni

Robi Veltroni

Robi Veltroni è il fondatore di Officina Turistica. Venditore di camere, si occupa di marketing e pubblicità nel turismo da circa vent’anni. Ha iniziato a lavorare in albergo nel 1979: dopo aver vissuto nei viaggi degli altri per oltre trent’anni, si è trasferito in Maremma. Membro del comitato di programma di BTO – Buy Tourism Online. Attualmente è direttore d'albergo, consulente in direzione delle aziende turistiche e dell'ospitalità, formatore in management alberghiero, marketing turistico e web marketing.

Leggi gli altri post di Robi Veltroni

Non ci sono (ancora) commenti.

Commenta il post

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.