Ma chi è gmborsetti? Lo 007 di Sosalbergatori!

2

Non voglio fare il bastian contrario perenne, ma questa volta devo dire che ho trovato qualcuno che su Tripadvisor non esprime qualche dubbio come spesso faccio dalle pagine di Officina e come fanno anche altri amici blogger, ma ci va giù veramente duro!

Tutti andiamo sostenendo che Tripadvisor, e quindi Expedia e Venere stanno costituendo un polo d’intermediazione troppo potente, schierando mezzi e tecniche per lo più sconosciute agli albergatori. Da una prima fase di ignaro disinteresse verso questo fenomeno da parte degli albergatori, si è passati ad una seconda fase nella quale si è iniziato a guardare verso i portali contenitori di UGC con fare sospettoso, cercando di gestire la situazione alla bene in meglio – in pratica qualcuno ha pensato bene di inserire recensioni false e benevole sul proprio conto – poi è seguita la fase della perfidia: qualcuno ha inserito recensioni false e malevole sul conto del concorrente.

La quarta fase è quella di ascoltare e gestire gli UGC che obiettivamente sono una ricchezza aziendale. Ma la fase che stiamo vivendo adesso mi pare intermedia e un poco irrazionale. Oggi ho avuto modo di scoprire un blog, forse voi già lo conoscevate, che pratica contro Tripadvisor una sorta di guerra santa tanto che, al confronto, i consigli di prendere precauzioni nei confronti di Tripadvisor pubblicati su Officina, sono zuccherini. Non condivido toni e metodi di Sosalbegatori.com. Il metodo del video che vi invito a vedere è veramente ingenuo.

Cosa significa e a che serve far sapere che si possono inserire recensioni false su Tripadvisor? Si può anche rubare in banca, commettere un omicidio, truffare qualcuno. Mentre sarebbe bene dire che rilasciare informazioni mendaci è vietato dalla legge e che, in caso di denuncia, le autorità preposte potrebbero anche rintracciare il computer di chi ha inserito i dati falsi e più importante che avere una falsa identità su internet è ritenuto un reato.

I siti stessi se la dichiarazione è particolarmente lesiva e i termini usati sono fuori luogo cassano la valutazione. In America, come già indicato da Officina, è possibile approcciarsi a questa disciplina, quella delle recensioni false, con un metodo più scientifico. In questo articolo di David Poulton si evidenziano i rischi per chi recensisce falsamente o in modo diffamatorio un albergo o un ristorante. Che la questione sia particolarmente sentita lo prova anche il fatto che Officina abbia dedicato una marea di post alla gestione della reputazione e su Tripadvisor ma senza mai giungere ai toni esasperati mostrati dal blog Sosalbergatori che, se si chiama così e se fa di questa problematica la sua bandiera, che dire? Il problema è veramente grande. Comprendo gli interessi di tutti ma gestire questa situazione con eccezionale veemenza non mi pare giusto. Un’idea gentile, di quelle che più si addicono all’albergatore e che mi piace, è quella recentemente indicata da Salvatore Menale sul suo blog. Tornando al video che riportiamo sotto se non sapete chi sia gmborsetti guardatelo e fatevi un giro su Sosalbergatori.

Robi Veltroni

Robi Veltroni è il fondatore di Officina Turistica. Venditore di camere, si occupa di marketing e pubblicità nel turismo da circa vent’anni. Ha iniziato a lavorare in albergo nel 1979: dopo aver vissuto nei viaggi degli altri per oltre trent’anni, si è trasferito in Maremma. Membro del comitato di programma di BTO – Buy Tourism Online. Attualmente è direttore d'albergo, consulente in direzione delle aziende turistiche e dell'ospitalità, formatore in management alberghiero, marketing turistico e web marketing.

Leggi gli altri post di Robi Veltroni

2 Commenti
  • Anonimo
    Dicembre 8, 2009

    Il problema, in questo mondo fatto sempre più di "consulenti", è che vi è un netto distacco di percezione fra chi di albergo parla e chi di albergo vive e lavora.
    In tanti esprimete i vostri pareri su tripadvisor ma… Chi siete?
    Siete voi che pagate ogni anno gli affitti degli alberghi?
    Siete voi che combattete quotidianamente con le decine di problematiche legate al personale, alle normative bislacche, all'aumento dei costi, etc?
    Rimanete pure dietro la scrivania a dare consigli: Il turismo non siete voi!

    • Robi Veltroni
      Marzo 19, 2018

      Rileggere a distanza di anni questo commento mi fa sorridere. Un commentatore anonimo che mi attacca al termine di un post sulle recensioni anonime.
      Ognuno ha le condanne che si merita, buon lavoro collega!

Commenta il post

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.