Lettera aperta a Steve Kaufer #1

6

Caro Steve Kaufer,

oggi 19 gennaio 2011 in qualità di responsabile delle relazioni con gli ospiti dell’azienda per la quale lavoro, sono entrato nel profilo aziendale della struttura per rispondere agli ospiti che gentilmente hanno raccontato la loro esperienza su Tripadvisor.

Ho saputo con certezza che ai recensori non hai chiesto alcuna garanzia circa la loro effettiva presenza in hotel ne tanto meno informazioni sulla loro effettiva esistenza in vita, addirittura consenti loro – che ignari producono testi gratuitamente, testi che tu utilizzi per fare business – di trincerasi dietro il più blindato anonimato.
Nessuno di loro quando li contatto con la posta interna del tuo sito si è mai degnato di rispondermi.

Torniamo a noi caro Steve. Oggi volevo rispondere ai clienti ma all’improvviso tu mi hai detto che vuoi essere sicuro che io sia effettivamente parte dello staff della struttura in questione. Va bene caro Steve, e perché se io non avessi niente a che fare con un hotel dovrei prendermi la briga di rispondere per lui?

No tu vuoi la mia carta di credito e solo quella, non vuoi sapere chi sono, e te lo dimostro. Eseguo la procedura, guarda qua:

Passo 1

Non ti preoccupare Steve, ho messo il visto sia al fatto che ho l’autorità per rispondere, sia al fatto della privacy, sia al fatto delle condizioni d’uso, tutte cose che, vispo come sei, puoi cambiare quando ti pare senza avvisarmi;

poi mi si è aperta la seconda finestra:

Passo 2

Mi offri due possibilità, sei veramente gentile Steve, mi sto commuovendo. Posso scegliere se darti subito la carta di credito oppure contattare Tripadvisor. Tu che dici? Prima di dare la carta di credito a un coglione(1) come te che un annetto fa mi ha informato che c’è stata una violazione dei computer di TripAdvisor e ti sono stati rubati gli indirizzi di email di molti clienti, ci penso due volte. E quindi pigio la seconda opzione e mi si apre la terza finestra:

Passo 3

Allora sei duro, mi ridici che posso registrarmi con la carta di credito, se ho scelto il passo alternativo alla carta, perché me la riproponi, passiamo avanti dai che ho fretta… Se non ti do la carta di credito vuoi la documentazione legale? Ma sei di fuori? Sei proprio americano. E cosa vorresti al posto della carta di credito? Il bilancio, la fattura di vendita dell’azienda, la bolletta o la busta paga. Ah ecco la busta paga finalmente. Ah però ti ci vorrebbe un sacco di tempo per controllare. Dunque mi stai dando una dritta, che amico che sei. Lo sai che faccio? Ti do la mia carta di credito.

Passo 4

Passo 5

Steve, questi due screenshot ammetto di averli fatti perché è meglio avere testimoni sul fatto che “non sarà addebitato alcun pagamento e che al massimo mi addebiterai un dollaro e poi me lo ridarai. Sai, facevo un conto, se tu levassi un dollaro a albergo/ristorante/attrazione incasseresti così, senza battere ciglio un milioncino di dollari. Cosa vuoi che ti muovano contestazione se gli hai tolto un dollaro?! Sei furbetto eh.
Che bello alla fine ti congratuli pure con me per la brillante registrazione. Ammetto che mi sento un po’ preso per i fondelli.

Passo 6

Ora però caro Steve mi devi rispondere. In questo momento sono in ferie, sto utilizzando il mio computer, i gestori della mia carta di credito non hanno dati necessari per sapere dove lavoro o se lavoro, non credo che nei due secondi che hai impiegato per darmi il via libera tu abbia telefonato alla società emittente la mia carta di credito, che questa abbia chiamato la mia banca e la mia banca sapesse che mondo mi regge.

Caro Steve non facevi prima a chiedermi un dollaro? Se avevi problemi non potevi telefonarmi? Ti avrei offerto anche una cenetta, i miei lettori sarebbero stati contenti di sapere che il loro blogger preferito (si fa per dire) era a cena con il fondatore e Ceo di TripAdvisor.

Stammi bene Steve passa un buon 2012 e mi raccomando, dopo la mia mail, non ti far fregare anche la mia carta di credito.

Con affetto.

Aggiornamento del 22 gennaio
Oggi 22 gennaio ho acceso un altro PC in un’altra città italiana, diversa da quella in cui ero il giorno in cui ti scrissi, sono entrato con la solita password, quella con cui entrai il 19 gennaio scorso, come fai a sapere che sono io? Dunque è proprio vero avevi solo bisogno della mia carta di credito. Furbacchione!

Note
(1) Coglione da intendere nell’accezione maremmana: persona poco avveduta che non prevede le conseguenze dei propri atti per insufficiente intelligenza.

Robi Veltroni

Robi Veltroni

Robi Veltroni è il fondatore di Officina Turistica. Venditore di camere, si occupa di marketing e pubblicità nel turismo da circa vent’anni. Ha iniziato a lavorare in albergo nel 1979: dopo aver vissuto nei viaggi degli altri per oltre trent’anni, si è trasferito in Maremma. Membro del comitato di programma di BTO – Buy Tourism Online. Attualmente è direttore d'albergo, consulente in direzione delle aziende turistiche e dell'ospitalità, formatore in management alberghiero, marketing turistico e web marketing.

Leggi gli altri post di Robi Veltroni

6 Commenti
  • Avatar
    Anonimo
    Gennaio 21, 2012

    ahahhahahah, stesso mio problema!!!! Alla fine ho tenuto duro e ho inviato le bollette !!! La carta di credito non la lascio!!!! Unico problema… dopo 1 mese schede non gestibili… 7 telefonate al call center ("si segnaliamo il problema", nulla di fatto)… 1 mail a verify@tripadvsior (mai avuto risposta), 1 mail al responsabile Italia di Trip (mai avuto risposta), finchè ALL'8° TELEFONATA ho trovato 1 operatore MOLTO in gamba che in 2 ore ha riattivato tutte le schede!!! Chi la dura la vince! (per ora…). Vittorio

  • Avatar
    Robi_Veltroni
    Gennaio 21, 2012

    Grazie Vittorio per il tuo commento. Si, anche io qualche volta ho trovato degli operatori molto cortesi in TripAdvisor. Continua a seguirmi, mi raccomando…

  • Avatar
    Federico Lucchini
    Gennaio 24, 2012

    Applausi!

  • Avatar
    Robi_Veltroni
    Gennaio 24, 2012

    Grazie Fede, troppo buono

  • Avatar
    Davide
    Gennaio 25, 2012

    Hai realizzato un mio sogno ricorrente e lo hai saputo fare meglio di quanto credessi possibile, il più bell'articolo che ho mai letto sotto tutti i punti di vista, ironico, coraggioso, incisivo, semplicemente fantastico.

  • Avatar
    Robi_Veltroni
    Gennaio 25, 2012

    Ciao Davide, sono felice per averti accontentato. Continua a seguirmi!

Commenta il post

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.