La Puglia su Facebook: intervista a Carlo Caroppo

0

Proseguono le interviste con i social media manager delle pagine nazionali del turismo su Facebook. Questa volta arriva dalla Puglia Carlo Caroppo che ci spiega come funziona il lavoro sui media sociali di Viaggiareinpuglia e qualche altra bella news da una delle regioni italiane più attive online.

carlo_caroppoCarlo Caroppo, 34 anni, social media manager di Puglia Events dal 2011 ed anche di Viaggiareinpuglia dal 2013. Si trasferisce a Pavia nel 1998 dove si laurea in economia. Frequenta un master in marketing, comunicazione e nuove tecnologie nel 2007 a Milano, dove lavorerà, poi, per 4 anni in Expedia.
Decide che prima o poi dovrà tornare a vivere in Puglia, la sua terra, quando a Sydney si rende conto di aver controllato, per un intero anno, le condizioni meteo del tacco d’Italia.

Tra le pagine regionali su FB quella di ViP ha un buon successo e indici in crescita negli ultimi mesi, some sempre ci interessano quali sono gli obiettivi e la vostra strategia social in generale.

L’obiettivo primario è certamente promuovere e far conoscere turisticamente la Puglia, a 360°.

Partiamo da due presupposti:
– La comunicazione turistica della Puglia passa imprescindibilmente dai social network
– La Puglia è ricca di storie da raccontare.
Quello che raccontiamo è il territorio, attraverso i canali social di Viaggiareinpuglia.it, e gli eventi, con Puglia Events, mettendo in atto una strategia integrata.

La nostra attività social parte da un attento ascolto della rete, su base quotidiana, volto a individuare le conversazioni che parlano di Puglia, di vacanze, di turismo e, più in generale, di tutto ciò che può portare l’interlocutore a diventare membro della nostra community.
Le nostre attività social puntano, inoltre, a comunicare la Puglia attraverso i racconti di chi la vive e a fornire noi stessi delle storie da raccontare.
Come accennato in precedenza, tutte le campagne di comunicazione sono legate ai social network attraverso l’utilizzo di un hashtag specifico che ci impegniamo, di volta in volta, a popolare di contenuti.
I social network, quindi, sono diventati il punto di incontro tra online e offline.
Un esempio sono #WeAreinPuglia, #weekendPuglia e, a breve, anche #PasquainPuglia.

Su quali social network siete attivi? Avete delle iniziative in corso, appuntamenti fissi con i vostri followers? 

Siamo presenti sui principali social network: Facebook, Twitter, Instagram, Pinterest, Youtube, Vine, Flickr ed anche Issuu e Slideshare.
Il canale più importante in termini di interazioni e contenuti è certamente Facebook, seguito da Twitter. Una community che insieme a quella di Puglia Events raggiunge numeri molto soddisfacenti per il nostro team e, crediamo, per la Puglia intera. Grazie agli inisight di Facebook e ad altri tool dedicati, formuliamo un piano editoriale su base settimanale con diverse rubriche e appuntamenti fissi con la community: dal quiz alla scoperta della Puglia, passando dalle foto d’epoca della nostra regione fino ad arrivare a #VieniaMangiareinPuglia, l’attesissima rubrica dedicata alla tradizione culinaria pugliese che, da qualche mese, si è arricchita della collaborazione con i food blogger locali.
Ogni appuntamento fisso è scandito da un hashtag specifico, tra cui svetta #WeAreinPuglia che racchiude un po’ tutti gli altri.
Legato alla nostra campagna di comunicazione all’estero, #WeAreinPuglia rappresenta una finestra aperta sulla Puglia da cui far guardare tutta l’Europa.

Tra le vostre azioni social, quali sono quelle preferite dagli utenti? 

Ce ne sono diverse.
La parete di foto e cartoline della Puglia che portiamo in giro in ogni manifestazione o fiera a cui partecipiamo è sicuramente molto apprezzata. Abbiamo chiesto alla nostra community di inviarci una foto attraverso cui far vedere la loro Puglia. Le più votate, poi, sono diventate delle vere e proprie cartoline che chiunque può scrivere al nostro stand. La spedizione, poi, è a nostro carico, viene effettuata in Puglia e può raggiungere qualsiasi destinazione nel mondo.
Anche i live twitting di Puglia Events con annessi video blogging degli eventi sono molto apprezzati da chi vorrebbe seguire dal vivo la manifestazione e non può farlo.

smt_puglia_tre

Come scegliete i temi che trattate? 

I temi sono legati ai prodotti turistici che la nostra regione ha da offrire: dalla spiritualità alla natura, dal mare alle tradizioni, dall’enogastronomia all’arte e alla cultura.
Nel fare ciò, ci teniamo molto a promuovere la Puglia per intero, comunicando le bellezze che tutta la nostra regione ha da offrire, non solo i luoghi già conosciuti da un punto di vista turistico, ma anche quelli da scoprire e che possono essere dei tesori dal punto di vista paesaggistico e culturale.

Avete dei benchmark di riferimento? Come monitorate le vostre attività? 

Personalmente, seguo molto i canali social dell’ente del turismo australiano e, da qualche tempo, anche Italia.it con molto orgoglio.
Per quanto riguarda il monitoraggio, abbiamo sempre sott’occhio gli insight di Facebook e i nostri tracker su Tweetreach.
Abbiamo una rassegna stampa social che ci arriva ogni mattina e che ci aiuta nella sentiment analysis,
Su base mensile, poi, analizziamo nel dettaglio i report Facebook e Tweetreach per migliorare la strategia.

Ci racconti la giornata tipo del social media team della Puglia? 

Appena arrivati in ufficio diamo un’occhiata generale ai nostri account, in base a quello che sono gli incarichi di ciascuno.
Rispondiamo a tweet, commenti e post che sono arrivati durante la notte. Ci teniamo a farlo con tutti e a non lasciare domande o richieste inevase.
Siamo in tre a gestire sia i canali di Viaggiareinpuglia.it che quelli di Puglia Events e abbiamo deciso di suddividere i nostri incarichi in base alle proprie attitudini con i diversi social network, cercando comunque di scambiarci quante più informazioni possibili in modo da avere sempre una visione generale consapevole di tutta la nostra comunicazione social.
Grazie a dei team meeting settimanali, poi, riesco ad avere la visione generale su quello che sta succedendo nel team e a condividere news e progetti speciali che ci vedono coinvolti.

Grazie Carlo.

Le interviste già pubblicate: Toscana, Liguria, Abruzzo, e Marche.

italia-it-official-brandSe volete seguire l’andamento delle pagine Facebook del turismo regionale italiano non perdetevi la rubrica mensile che curo per lo Studio Giaccardi & Associati di Ravenna. Il report, da novembre 2013 è stato arricchito con l’analisi dalle performance di 21 pagine Facebook delle maggiori nazioni UE scelte per numero di presenze turistiche. Vi ricordo anche, come vedete nell’immagine a lato, che è in corso una campagna a sostegno della pagina Facebook dell’Italia per raggiungere quota 200mila like (manca poco davvero). #Ilikeitaly e voi? Avete messo il vostro like? La pagina Facebook di Italia.it va molto bene, con tassi di engagement veramente degni di nota. E, se funziona, è meglio per tutti!

Il prossimo mese intervista con un altro social media manager del turismo italiano, c’è qualcuno che si offre volontario?

Photo di copertina by Massimo Virgilio on Unsplash

Robi Veltroni

Robi Veltroni

Robi Veltroni è il fondatore di Officina Turistica. Venditore di camere, si occupa di marketing e pubblicità nel turismo da circa vent’anni. Ha iniziato a lavorare in albergo nel 1979: dopo aver vissuto nei viaggi degli altri per oltre trent’anni, si è trasferito in Maremma. Membro del comitato di programma di BTO – Buy Tourism Online. Attualmente è direttore d'albergo, consulente in direzione delle aziende turistiche e dell'ospitalità, formatore in management alberghiero, marketing turistico e web marketing.

Leggi gli altri post di Robi Veltroni

0 Commenti

Commenta il post

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.