Eppur si muove: il turismo raccontato

Quando i blogger invasero l’Elba – Benefortiphoto

Solo per segnalare quattro iniziative che meritano attenzione. Le prime due per presentarvi due blog di donne albergatrici elbane che pubblicano la loro voglia di una filosofia “sana e diversa” dell’ospitare e di collaborare sull’Isola. L’hanno fatto con tanta passione sia Francesca sia Cristiana: una da un capo, una dall’altro dell’isola, tanto che il mio “centralista” (solo per motivi geografici) Experience Elba Island impallidisce.

Il primo, quello di Francesca si chiama Diario di Bordo di un’albergatrice stropicciata: Francesca è un torrente in piena o come uno di quei cavalli che tende a scartare in curva, solo per la potenza con la quale vuole affrontare la prossima dirittura e allora leggete il diario e la passione che trasmette.

Il secondo (solo per motivi di data di varo) è quello di Cristiana dal titolo Elba Turismo, non è proprio un blog, è un portale di servizio al turista ma, anche in questo caso se si leggono i vari articoli, si respira l’Elba dei “residenti” che si offre con il meglio di se all’ospite.

Forse le due autrici si arrabbieranno un po’ ma Officina si sente di aver contribuito all’innesco di queste nuove avventure. Questi due blog rappresentano per me, e per coloro che sostengono questo blog, un bel risultato e l’inizio di una fase collaborativa diversa, forse mai esistita all’Elba, ma non voglio esagerare. La Festa dell’Uva di Capoliveri e il suo social media team sono stati come la benzina sul fuoco per queste iniziative. Andremo avanti.

La Nazione annuncia l’iniziativa

Così avanti sono andate altre due iniziative delle quali vi parlo: la prima in Toscana, nella Valle del Serchio, dove cinque blogger internazionali sono stati invitati da un gruppo di imprenditori locali per raccontare la zona e le sensazioni, presto i diari di viaggio dei blogger saranno pubblicati on line: queste le belle parole di Marco, l’ideatore e uno degli organizzatori, che oggi ci ha ringraziati, tra gli altri, con una bella nota su Facebook:

[…] I’d like to thank them all including Francesca, Robi Veltroni, Alessio Carciofi and many other for their success in creating a friendly environment so much useful to exchange information and develop powerful ideas!
Thank you so much guys
Let’s stay in touch
Marco (Casa Gentili)

Si avete visto bene, tra i menzionati c’è Francesca, quella stropicciata, ma c’è anche Alessio Carciofi. Cos’ha combinato costui? Guardate un po’ Umbria on the Blog, un esperimento innovativo messo in piedi insieme a Confindustria Umbria e dedicato alla narrazione del terrritorio da parte dei blogger. Guardate anche i blogger, ce ne sono alcuni che hanno fatto parte sia di #elbauva2010 sia di #bto2010 i due social media team che ho avuto il piacere di coordinare l’anno scorso, ora mi domando? Chi coordinerà i blogger di #elbaprimavera2011? E #elbaprimavera2011 non è un hashtag troppo lungo come direbbe la mia adorata prof ganziale?

Robi Veltroni

Robi Veltroni è il fondatore di Officina Turistica. Venditore di camere, si occupa di marketing e pubblicità nel turismo da circa vent’anni. Ha iniziato a lavorare in albergo nel 1979: dopo aver vissuto nei viaggi degli altri per oltre trent’anni, si è trasferito in Maremma. Membro del comitato di programma di BTO – Buy Tourism Online. Attualmente è direttore d'albergo, consulente in direzione delle aziende turistiche e dell'ospitalità, formatore in management alberghiero, marketing turistico e web marketing.

Leggi gli altri post di Robi Veltroni

2 Commenti
  • marco
    Marzo 22, 2011

    certo che la rete è veramente contagiosa!

  • cristiana
    Marzo 22, 2011

    Mi piace tanto questo spirito di collaborazione che si sta creando tra noi del settore. Il turismo è la prima industria italiana, ma è abbandonata a sè stessa come "nave senza nocchiere in gran tempesta" diceva Dante!. Guardiamo anche alla tassa di soggiorno che senz'altro graverà sugli albergatori non potendola questi far gravare sui viaggiatori. Se gli operatori di tutti i settori, dalla accoglienza, ai servizi, dalla distribuzione alla comunicazione non si danno daffare con spirito unitario, siamo come un barcone di migranti alla deriva!

Commenta il post

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.