L’Isola d’Elba nelle ricerche turistiche Mare Italia

0

Oggi è stato pubblicato su Elbareport, quotidiano locale dell’Isola d’Elba un breve studio sulle ricerche Mare Italia sul metamotore trivago.it realizzato da Officina Turistica. Ecco l’articolo.

Nel mese di settembre Trivago ha reso noti i risultati delle ricerche alberghiere effettuate nel periodo 1° giugno / 31 agosto 2013. Anche quest’anno, come si nota dalla tabella, nessun comune dell’Isola d’Elba è presente in classifica così come l’Isola nel suo insieme.

Dov’è l’Isola d’Elba nella classifica delle ricerche? Perché non compare tra le destinazioni più cercate nel potente metamotore tedesco, da poco entrato a far parte del gruppo Expedia?

classifica_trivago_2013_mare_italia

Con Giulia Eremita – responsabile vendite e marketing per l’Italia – abbiamo dato un’occhiata ai dati generati dal metamotore e si è scoperto che, mentre nel 2012 nelle ricerche da trivago.it (parliamo del solo mercato italiano) non risultava la keyword “Elba” – o meglio, la porzione di ricerche era così bassa da non essere tracciata – nel 2013 l’Elba risulta in posizione molto alta.

Nell’estate 2013 la chiave “Elba” (nel mercato italiano) sale per la prima volta in posizione 21. Prima esclusa dalla top 20 2013. Troviamo successivamente Portoferraio alla 57ma posizione nella classifica mare (variazione estate 2012-13 del +10%), seguono, molto più in fondo Rio Nell’Elba (fortissima ascesa, oltre il 1000% se confrontiamo con i numeri – minimi – dello scorso anno), Capoliveri (scende del 53% nelle ricerche), Porto Azzurro (variazione +26%), Marina di Campo (+61%) e Rio Marina (-51%). La variazione si intende sulle ricerche effettuate.

Tre possono essere i motivi per i quali si sono verificate queste variazioni molto significative:

– potrebbe essere aumentata la disponibilità di camere inserita dagli operatori locali sui siti delle Online Travel Agency (Booking.com, Expedia, e altri) e quindi le stesse OTA e Trivago potrebbero aver incluso l’Elba nelle loro campagne Adwords (link sponsorizzati su Google per esempio);

– la booking window (il tempo che passa tra data della prenotazione e inizio del soggiorno) potrebbe essersi accorciata su tute le destinazioni elbane (ad eccezione di Capoliveri) e quindi la mole di ricerche si potrebbe essere concentrata sull’Elba nel periodo preso in esame da trivago.it

– la brand awarness dell’Isola d’Elba nel suo insieme è migliorata (sul mercato italiano) molto di più di quanto sia migliorata quella delle singole mete “comunali”.

In effetti potrebbe essere anche l’insieme di questi elementi combinati tra loro ad aver risollevato l’Elba nella classifica: le ricerche sulle destinazioni italiane sono aumentate anche a causa della turbolenza politica nelle destinazioni africane in particolare l’Egitto, gli operatori elbani potrebbero aver incrementato, come accade in tutto il mondo, le loro collaborazioni con le grandi multinazionali della distribuzione turistica online e quest’ultime, di riflesso, hanno intensificato la loro azione pubblicitaria sui motori di ricerca e sui metamotori.

In buona sostanza i metamotori potrebbero aver investito sull’Elba perché quest’anno, in rete, si registrava una disponibilità di camere così ampia come mai in precedenza e forse “internet” ha avuto un peso importante nel “rimettere in piedi una stagione partita poco bene”.

N.B. nella tabella in posizione 18 Marina di C. sta per Marina di Camerota e non per Marina di Campo.

Robi Veltroni

Robi Veltroni

Robi Veltroni è il fondatore di Officina Turistica. Venditore di camere, si occupa di marketing e pubblicità nel turismo da circa vent’anni. Ha iniziato a lavorare in albergo nel 1979: dopo aver vissuto nei viaggi degli altri per oltre trent’anni, si è trasferito in Maremma. Membro del comitato di programma di BTO – Buy Tourism Online. Attualmente è direttore d'albergo, consulente in direzione delle aziende turistiche e dell'ospitalità, formatore in management alberghiero, marketing turistico e web marketing.

Leggi gli altri post di Robi Veltroni

Non ci sono (ancora) commenti.

Commenta il post

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.